Per offrirti un servizio sempre migliore questo sito utilizza i cookie.
OK
Maggiori informazioni

lista news
Home » News

Cistite: cause e rimedi dolci

17/06/2010

Cranberry, Pompelmo (semi), Uva Ursina, Verga d'Oro
Cranberry, Pompelmo (semi), Uva Ursina, Verga d'Oro
Tra i disturbi più frequenti delle vie urinarie la cistite può rivelarsi un vero tormento.
Colpisce con maggior frequenza le donne, poiché le infezioni vulvo-vaginali e la conformazione anatomica dell’uretra femminile (il canale da cui fuoriesce l’urina raccolta nella vescica) facilitano la diffusione dei germi patogeni.
I sintomi associati a questi disturbi, tra i quali la “cistite” è il più comune, si presentano con inequivocabili segnali: bruciori intensi, frequente necessità di urinare, senso di pesantezza nella zona del basso ventre.
 
Le cause della cistite possono essere molteplici:
  • infezioni da batteri o da miceti (come la Candida)
  • disbiosi intestinale
  • stitichezza o intestino pigro
  • rapporti sessuali scorretti
  • igiene ano-genitale poco accurata
  • diabete
  • ipertensione
  • calcoliterapia antibiotica protratta nel tempo
  • vita troppo sedentaria
  • alimentazione scorretta
  • stress o debolezza fisica
  • detergenti troppo aggressivi
  • abbigliamento intimo in tessuti sintetici e/o non traspiranti e pantaloni molto stretti
  • assorbenti igienici non anallergici
  • assorbenti interni tenuti troppo a lungo (consigliato cambiarli ogni 3-4 ore)
È un problema che in minor misura colpisce anche gli uomini, particolarmente in presenza di disturbi prostatici.
Molte volte i problemi legati all’apparato urinario sono legati, per cause diverse,  all'enorme frequenza di alterazioni della flora batterica intestinale (disbiosi intestinale).
Le disbiosi intestinali possono diventare vere e proprie sorgenti autogene di infezioni urinarie.
Il trattamento e la prevenzione della cistite passano da una scrupolosa igiene intima e una dieta equilibrata.

L’acidità è la miglior protezione per le mucose delle vie urinarie: il pH acido rende infatti l’ambiente vaginale un luogo non adatto alla crescita e prolificazione di funghi e batteri. Diventa quindi indispensabile utilizzare un detergente intimo adeguato e pulirsi con un movimento della mano dall’avanti all’indietro e non viceversa.
Si può favorire l’acidificazione delle urine anche a tavola mangiando cereali integrali, formaggi freschi, verdure e frutta fresca. Per proteggere le mucose sono utili yogurt, aglio, cipolle, porri.
Utile un’integrazione minerale che preveda zinco, cobalto, manganese e magnesio.
Da eliminare invece i cibi piccanti, gli alcolici, i cibi speziati e quelli che contengono conservanti e gli insaccati.
Attenzione alle bevande gassate che, se consumate in abbondanza, possono alzare il pH dell’urina stimolando la crescita batterica.

La cistite è un problema che non va sottovalutato e che va sempre curato con la massima scrupolosità, soprattutto se è derivato da un'infezione batterica.
Talvolta però, nonostante le cure, il disturbo si ripresenta con frequenza diventando molto fastidioso.
Quando il ricorso alle terapie classiche non ottiene i risultati sperati, o per supportarne l'azione, possiamo ricorrere a specifiche sostanze naturali vegetali che si sono rivelate benefiche per contrastare i più comuni disturbi delle vie urinarie.
Analizziamone alcune, descrivendo le piante più usate.

Cranberry (Vaccinium macrocarpon)
Il Cranberry è menzionato su prestigiose riviste scientifiche internazionali per le sue svariate proprietà benefiche in particolare nella prevenzione e nel trattamento delle infezioni delle vie urinarie.
È un piccolo arbusto di origine nordamericana che produce frutti rossi dal sapore acidulo che venivano già usati dai pellerossa per curare ferite e infezioni urinarie.
Questi frutti contengono significative quantità di antocianosidi, flavonoidi, acido citrico, malico, chinico ed ippurico oltre ad altre numerose sostanze che hanno proprietà antibatteriche in grado di esplicare la loro azione soprattutto a livello dell’apparato urinario.

Recenti studi hanno dimostrato che il succo dei frutti di questa pianta ha la capacità di rendere antiadesiva la superficie delle mucose, ciò che inibisce l'adesione cellulare dei vari batteri responsabili delle infezioni urinarie, fra cui anche l'Escherichia coli (l'agente che è più spesso responsabile delle infezioni urinarie).
Tale azione antiaderente, favorendo la fisiologica eliminazione delle popolazioni batteriche anomale, può contribuire a contrastare la colonizzazione dell'intestino e della vescica da parte di questi agenti potenzialmente patogeni.
Interessante è la proprietà del succo di Cranberry di abbassare i valori del Ph urinario aumentando, di conseguenza, l’acidità delle urine e contribuendo, così, ad eliminare l’infezione stessa.
Il Cranberry, data la concentrazione abbastanza significativa di ossalati presente nel suo succo, è sconsigliato nei casi di nefrolitiasi (tendenza alla formazione di calcoli renali, che spesso sono costituiti proprio da ossalati).

Semi di Pompelmo (Citrus grandis osbek)
Le proprietà benefiche dei semi di Pompelmo furono scoperte nel 1980 dal Dottor Jakob Harich, un immunologo degli Stati Uniti.
L’estratto di semi di Pompelmo è stato studiato in Francia, Stati Uniti, Austria, Messico e sottoposto a test presso varie istituzioni ufficiali quali F.D.A. e U.S.D.A.
Contiene un’elevata concentrazione di bioflavonoidi. Alcuni studi avrebbero dimostrato un’interessante azione germicida ad ampio spettro che farebbe figurare questo estratto come antimicrobico naturale, privo di tossicità in grado di agire su 800 tipi di batteri e 100 varietà di funghi.

Uva ursina (Arctostaphylos uva-ursi)
È un piccolo arbusto sempreverde di cui si utilizzano le foglie e che cresce di preferenza nelle foreste di conifere, nelle brughiere alpine e nell'Appennino settentrionale e centrale.
Il suo nome deriva dal latino Uva ursi perché gli orsi sono ghiotti dei suoi frutti.
L'azione elettiva dell'Uva ursina è quella antisettica delle vie urinarie.
Gli studi condotti su soggetti che presentavano problemi di cistite, hanno confermato l’azione antisettica urinaria dell’Uva ursina.

Verga d’oro (Solidago virgaurea)
È una pianta erbacea caratterizzata da un lungo fusto con fiori di colore giallo intenso nelle parti alte. Conosciuta anche come bacchetta dorata, la Verga d’oro  cresce spontanea nelle zone prative, collinari e montane delle Alpi e degli Appennini.
La droga, costituita dalle sommità fiorite, contiene saponine triterpeniche, flavonoidi, polisaccaridi solubili, acidi fenolici, diterpeni, tannini ed olio essenziale.
La Verga d’oro, nota per le sue proprietà diuretiche, è una pianta capace di incrementare fino al 400% il volume delle urine escrete, favorendo così il completo e frequente svuotamento della vescica eliminando così in misura maggiore i germi attraverso l’urina.
È indicata per il benessere del tratto urinario inferiore ed in presenza di calcoli renali (ne contrasta la formazione).



Bibliografia
Kerr K.G. - Cranberry Juice and prevention of recurrent urinary tract infection - The Lancet, 353, 673 (1999).
Funfstuck R. et al. - Prevention of reinfection by L-methionine in patients with recurrent urinary tract infection. - Med Klin 1997 Oct 15 ; 92 (10): 574-81
Yarnell E. - Botanical medicine for cystitis. Alternative and complementary therapies - 1997 : 269-75
Walker E et al - Cranberry juice concentrate: UTI prophylaxis - J.Fam.Pract. 1997; 45:167-8
Goodfriend R - Reduction of bacteriuria and pyuria using cranberry juice. - JAMA 1994; 272:588
Howell AB et al - Inhibition of the adherence of P-fimbriated E.Coli to uroepithelial-cell surfaces by proanthocyanidin extracts from cramberries - N. Engl. J. Med 1998; 339: 10856
Ahuia S. - Loss of fimbrial adhesion with the addition of Vaccinum Macrocarpon to the growth medium of P-fimbriated E.coli - J. of Urology 1998; 159:559-62
Ottariano S.G. - Medicinal herbal terapy: a pharmacist's view. Ports mouth, NH: Nicoln Fields Pub., 1999
Grases F. Melero G. Costa-Bauza A. Prieto R. March JG. - Urolithiasis and phytotherapy -International Urology & Nephrology. 26(5):507-11, 1994.
Matsuda H, Nakamura S, Tanaka T, Kubo M. - Pharmacological studies on leaf of Arctostaphylos uva-ursi (L.) Spreng. V. Effect of water extract from Arctostaphylos uva-ursi (L.) Spreng. (bearberry leaf) on the antiallergic and antiinflammatory activities of dexamethasone ointment. Yakugaku Zasshi. - 1992 Sep;112(9):673-7.  
Jahodar L. Jilek P. Paktova M. Dvorakova V. - Antimicrobial effect of arbutin and an extract of the leaves of Arctostaphylos uva-ursi in vitro”Ceskoslovenska Farmacie. 34(5):174-8, 1985 Jun.
S.Sharamon, B.J. Baginski - Le virtu` terapeutiche dei semi di pompelmo, Tecniche nuove, 1998.
Papasso F, Grandolini G, Izzo AA – Fitoterapia. Impiego nazionale delle droghe vegetali – Sprinter-Verlag Italia, Milano, Italia, 2006.
 


Queste informazioni offerte dal sito internet Naturando hanno carattere puramente divulgativo e non sostituiscono in alcun modo il consiglio del medico. I curatori di queste informazioni non si assumono alcuna responsabilità per eventuali conseguenze derivanti da un uso diverso da quello puramente divulgativo.



lista news

I nostri prodotti - Una scelta di benessere

Ginseng originale coreano

Aloe Vera

Energia e tono psico-fisico


Difesa - Protezione

Circolazione e Metabolismo

Digestione


Intestino

Vie urinarie

Articolazioni - Ossa - Muscoli


Tranquillità - Riposo

Drenaggio - Depurazione

Vitamine e Minerali


Occhi

Donna

Controllo del peso


Seno

Igiene personale

Cosmesi funzionale


Capelli

Tea Tree Oil

Naturoli


Maximum

Siti partner

INFORMATIVA SULLA RISERVATEZZA chiudi

PRIVACY, COOKIES E NEWSLETTER

Informativa Privacy ai sensi dell’art. 13, D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dati personali”.

 

La informiamo che Naturando S.r.l. garantisce, nell’ambito delle previsioni normative, che il trattamento dei dati personali si svolge nel rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali, nonché della dignità dell’interessato, con particolare riferimento alla riservatezza, all’identità personale, al diritto e alla protezione dei dati personali.

 

I dati personali forniti o raccolti tramite le operazioni che vorrà effettuare sui siti web www.naturando.it e www.iovivoleggero.it verranno trattati da Naturando S.r.l. nel pieno rispetto del Dlgs 196/2003 e l'utente è titolare dei diritti sanciti all'art.13 del Dlgs 196/2003. Questi diritti sono esercitabili in qualsiasi momento. Qualora lei voglia avvalersi di tali diritti potrà scrivere al seguente recapito:

Naturando Srl
 - Via del Pascolo, 26
 - 24046 - Osio Sotto (Bergamo)


Tel: 035/203256 - 
Fax: 035/692328






 

TRATTAMENTO DEI DATI E LORO FINALITÀ

Tutte le informazioni personali da lei forniteci sono il risultato di una sua libera scelta. Le informazioni che ci fornirà attraverso l’invio di una e-mail e/o attraverso la compilazione del form di registrazione per l’invio di newsletter, come pure per accedere alla consulenza personalizzata (www.iovivoleggero.it), vengono utilizzate solo per rispondere alle sue domande o per soddisfare le sue richieste.

Il trattamento dei dati personali degli utenti avviene mediante strumenti idonei a garantirne la sicurezza e la riservatezza, con e senza l'ausilio di mezzi automatizzati atti a memorizzare, gestire e trasmettere i dati stessi.

Naturando Srl non si ritiene responsabile di casi di forza maggiore o comunque non dipendenti dalla sua volontà. Naturando Srl non effettua trattamento di dati sensibili. Invitiamo pertanto gli utenti a non inserire nel formulario di raccolta dati che possano rivelare l'origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opinioni politiche, l'adesione a partiti, sindacati, associazioni o organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale. I dati da Lei forniti potranno essere trattati per la comunicazione di informazioni commerciali relative a nuove offerte di prodotti e/o servizi di Naturando Srl.

Non rientra tra le nostre attività quella di vendere i dati acquisiti a soggetti terzi.

 

La maggior parte dei dati personali che raccogliamo sono da Lei forniti quando cerca un prodotto, o comunica via e-mail o compilando i form. I dati che ci fornisce possono comprendere nome, indirizzo, numero di telefono, indirizzo e-mail, sesso, età e, su base volontaria, alcune indicazioni atte alla migliore consulenza nutrizionale (www.iovivoleggero.it). Il mancato conferimento di alcuni dati personali al momento della compilazione dei form potrebbe comportare l’impossibilità di offrire alcune tipologie di servizio.

COOKIE

Con l’obiettivo di migliorare e personalizzare il servizio offerto, ci avvarremo, con il suo consenso, dell’utilizzo di cookie. I cookie sono identificatori alfanumerici che vengono trasferiti sul disco rigido del suo computer tramite il suo browser web al fine di consentire ai nostri sistemi di riconoscere il suo browser e di fornirle alcuni servizi. I cookie si installano quando comincia la sessione di navigazione sul sito.
 Nel nostro sito utilizziamo i seguenti cookies:

Cookie utilizzati da Google Analytics per identificare visitatori unici.

Cookie utilizzati da Google Analytics per individuare una sessione e tracciare la provenienza di un visitatore.

Cookie utilizzati da Google di verifica dell’efficacia di una campagna.

Cookie utilizzati da Google Analytics per memorizzare le attività dell’utente sulle pagine visitate.

Nei cookies che utilizziamo non vengono salvati dati personali. Pertanto i cookies non sono attribuibili a una determinata persona e quindi non riconducibili a lei. In nessun momento sarà possibile ricondurre i suoi dati personali e neanche verrà tentato di farlo.

Il menu Aiuto della barra degli strumenti della maggior parte dei browser le indicherà come impedire che il browser accetti nuovi cookie, come fare in modo che il browser l’avverta quando riceve un nuovo cookie e come poter disabilitare del tutto i cookie. Il rifiuto o la cancellazione dei cookie potrebbe determinare una diminuzione della rapidità e della qualità del funzionamento dei servizi del sito o addirittura impedirne del tutto il funzionamento.

Per ulteriori informazioni e supporto è possibile anche visitare la pagina di aiuto specifica del web browser che si sta utilizzando:

   Internet Explorer

   Firefox

   Safari

   Chrome

 

I cookie di terze parti non vengono controllati direttamente dal Titolare del Trattamento, pertanto, per revocare il consenso è necessario fare riferimento ai siti internet delle terze parti oppure fare riferimento al sito www.youronlinechoices.com/it/ per ottenere informazioni su come poter eliminare o gestire i cookie in base al browser utilizzato e per gestire le preferenze sui cookie di profilazione di terze parti.

 

DIRITTO DI ACCESSO AI DATI PERSONALI E ALTRI DIRITTI

Potrà esercitare tutti i diritti di accesso riconosciuti dalle disposizioni applicabili in materia di protezione dei dati personali, quali, a titolo esemplificativo, il diritto di accesso ai dati, il diritto di aggiornare, cancellare, rettificare, integrare, bloccare i dati ovvero trasformarli in forma anonima nonché il diritto di opporti all’invio di informazioni commerciali e, comunque, per motivi legittimi al trattamento dei tuoi dati rivolgendoti direttamente, senza formalità, ai titolari del trattamento:

Naturando Srl - Via del Pascolo, 26
 - 24046 - Osio Sotto (Bergamo)


 

 

AGGIORNAMENTI

Con l’aggiornamento delle diverse attività anche l’Informativa Privacy sarà soggetta a modifiche. Le suggeriamo di controllare spesso il nostro Sito per verificare eventuali cambiamenti. Nel caso in cui dovessero rendersi necessarie modifiche sostanziali, provvederemo a informarla in modo che possa esprimere o meno il suo consenso alle modifiche.


chiudi