Il sudore rappresenta uno tra i meccanismi fisiologici più importanti per l’organismo umano. Oltre ad essere la migliore strategia naturale per idratare e lubrificare la pelle, il sudore permette di regolare la temperatura corporea e di eliminare, assieme ai liquidi, anche le tossine e alcune sostanze di scarto dell’organismo come acidi, urea e sali minerali. La sudorazione è un fenomeno che manifesta effetti diversi a seconda della persona. Questo perché i fattori che la influenzano, come i cicli ormonali, l’emotività, l’alimentazione, l’età, il sesso, ma anche l’esercizio fisico, la stagione, o il clima in cui si vive, possono portare a molte differenti situazioni di quantità e di odore del sudore.

Del resto può accadere che il sudore diventi una fonte d’inquietudine, soprattutto nei rapporti sociali, a causa dell’odore sgradevole ad esso associato. Tuttavia è noto che la fonte del cattivo odore non è il sudore in sé. Occorre sapere che la pelle ospita molte specie di batteri, che sulla sua superficie vivono e proliferano. Molti di questi microrganismi degradano il sudore e il sebo che vengono a trovarsi sulla superficie corporea, producendo piccole molecole volatili, che possono stimolare le nostre cellule olfattive: di qui la “puzza di sudore”.

Il ruolo dell’alimentazione sul sudore

Alcuni alimenti possono avere un effetto maggiore sulla qualità del sudore. Provate ad evitare per un periodo le sostanze solforose come cavoli, broccoli, cavolfiori, aglio e cipolla. Così pure sostanze piccanti come il curry, o stimolanti come il caffè e l’alcool. La carne rossa e i prodotti caseari dovrebbero essere limitati. Anche il tabacco e le sigarette peggiorano le cose.

Cercate di assumere cibi ricchi di Vitamina C dalle proprietà antiossidanti. È consigliabile bere sempre molta acqua durante l’arco della giornata, per aiutare l’organismo a espellere le tossine.

Come scegliere il deodorante giusto

Facciamo tutti un uso quotidiano di deodoranti o antiodoranti, ma… Con o senza alcool? Quale forma di erogazione? Non tutti i deodoranti hanno lo stesso effetto sulla pelle. Un buon deodorante, per esempio, non deve annullare completamente la flora batterica locale né alterare l’equilibrio fisiologico della pelle.

Il deodorante (o antiodorante) deve adattarsi completamente a noi, ai nostri equilibri e alle nostre esigenze. L’abitudine di coprire certi odori con prodotti anche aggressivi non è certo il massimo. È importante essere consapevoli e attenti nel momento della scelta. Il nostro consiglio sul tema? PREVENIRE È MEGLIO CHE COPRIRE.

Hai mai provato l’antiodorante QUOTIDIANA?

QUOTIDIANA non è un deodorante, è un antiodorante che esplica la sua azione contro i batteri, causa dei cattivi odori, nel totale rispetto della pelle.
Adatto alle zone più sensibili e delicate della pelle. Rinfrescante, tonificante, astringente. Ostacola la degradazione batterica del sudore e previene la formazione dei cattivi odori, garantendo 24 ore di efficacia.

Ecco perché QUOTIDIANA non altera la traspirazione e non copre gli odori, ma ne previene la formazione eliminandoli alla base, donando freschezza e delicatezza.