Si chiama Ginseng House l’erboristeria nel cuore di Torino, a due passi dalla Mole Antonelliana, che viene da definire “erboristeria dell’accoglienza”. Il titolare è Luigi Ventura che nel 1981 iniziò con grande entusiasmo questa sua esperienza di erborista dopo una fase formativa presso l’Università degli Studi di Urbino.

Il 29 giugno abbiamo festeggiato insieme i 40 anni di questa attività, consegnando a Luigi un attestato “per il grande impegno e la passione rivolti a consigliare uno stile di vita naturale e per la quarantennale collaborazione con Naturando”.

Grinta, passione ed energia sono ingredienti fondamentali che fanno parte del DNA di Luigi Ventura e il suo forte ottimismo è percepibile subito al primo contatto. Il legame con la natura, le antiche tradizioni e la cultura erboristica, insieme alla sua diretta e profonda esperienza, è il filo d’oro che unisce le varie tappe della sua vita.

“I rimedi per tutti i mali si trovano in natura, basta saperli cercare. E a me piace pensare di essere un consulente più che un commerciante, perché non si educa l’umanità solo con l’intelletto, ma anche con il cuore di madre natura, perché tutto il creato è per l’uomo”. Sono sufficienti queste parole per intuire la filosofia di vita di Luigi Ventura diplomato anche in Naturopatia Orientale e Occidentale.

È una filosofia che diventa modus operandi in grado di delineare la sua più che quarantennale avventura come consulente della salute. Ecco perché la sua erboristeria Ginseng House non è solo un punto vendita, ma prima ancora, un luogo di accoglienza, un centro di salute e di benessere psicofisico. L’amore per la natura e le sue risorse sono considerate vitali per ripristinare l’equilibrio mente-corpo da cui ha origine la salute durevole.

“Dedico molto tempo al cliente, parlando a lungo con ogni persona creando quasi un’esperienza fatta di ascolto vicendevole, la base migliore per i consigli di benessere”.

Luigi Ventura, noto anche come Gino San per i suoi rapporti con la cultura giapponese, rispetto ai malesseri dell’umanità, ha capito l’importanza di non fermarsi di fronte al sintomo che le persone manifestano, a quello che appare in superficie. Ritiene fondamentale ricercare la causa fondamentale di un problema per trovare una soluzione che non sia temporanea puntando soprattutto sulla prevenzione.

“Nel consigliare soluzioni per la salute applico il metodo della personalizzazione. Questo perché a fronte dell’infinita diversità che contraddistingue ognuno di noi, non può esserci un’unica ricetta valida per tutti”.

La passione da cui tutto iniziò: il Ginseng

Tra i prodotti maggiormente consigliati da Luigi Ventura c’è l’estratto di Ginseng Coreano, la sua prima passione che dura tuttora e che fu anche all’origine del nome della sua erboristeria: Ginseng House.

“Prima di iniziare l’attività di erborista – racconta Luigi – grazie a un seminario conobbi la radice del Ginseng, una pianta straordinaria e potente che mi colpì nel profondo e fu fonte di ispirazione per dare il nome al mio negozio. Anche per la mia salute, contro lo stress e l’invecchiamento, ma non solo, ho sempre utilizzato il Ginseng Coreano IL HWA, perché è il migliore e ultrapremiato a livello internazionale”.

Da qualche anno l’attività è supportata anche dal figlio Giovanni, pure lui naturopata. È una preziosa collaborazione che permette loro di offrire consulenze gratuite in armonia anche con i medici di famiglia.

Con il loro enorme bagaglio di esperienze, costruito in tutti questi anni, oggi Luigi e Giovanni Ventura guardano al futuro con rinnovato entusiasmo e grande gioia per poter essere utili a tante persone.

Se abiti nel circondario di Torino, o ti trovi a visitare il centro della città, fai un salto all’erboristeria Ginseng House in via dell’Arcivescovado 5B. È un ampio locale posto su due piani. Potrebbe diventare il tuo negozio preferito.

Il punto di forza di Ginseng House, oltre al gran numero di soluzioni di benessere, è il consiglio personalizzato offerto con grande calore umano da Luigi e Giovanni.

E lo sappiamo… l’energia contagia.

 

Luciano Sampieri