A cura della
Dr.ssa Laura Rubini

Il nostro corpo è una macchina intelligente e delicata, chi ne è consapevole si impegna per mantenerne la corretta funzionalità: mangiando sano, facendo attività sportiva, depurando corpo e fegato. Tuttavia spesso ci si dimentica di pulire due organi molto importanti: i RENI.

Perché i reni sono così importanti?

Pensate che il sangue passa dai reni anche 40 volte al giorno, per essere filtrato e ripulito dalle sostanze di scarto. Ma le loro funzioni non finiscono qui: regolano il pH, la pressione arteriosa, la produzione di globuli rossi e la sudorazione. Considerata la loro importanza è bene tenerli puliti e fargli ciclicamente una “manutenzione”, per favorirne la corretta funzionalità.

L’importanza della loro pulizia

Se consideriamo il nostro organismo come una macchina, allora i reni possono essere paragonati ai suoi filtri, per la loro capacità di filtrare il sangue. Pensate ai filtri della vostra automobile, dopo determinati chilometri vanno puliti e, quando non è possibile pulirli, vanno sostituti. Questo non vale per i reni, perché ci devono durare per tutta la vita; non ci resta che tenerli puliti!

La filtrazione del sangue è fondamentale per eliminare le sostanze di scarto, le quali vengono tenute in soluzione nelle urine, finché non vengono eliminate attraverso la diuresi. Tuttavia se l’efficienza dei reni viene meno, alcune sostanze presenti nelle urine (come calcio, ossalato, fosfato e acido urico) possono aggregarsi tra loro. Tali aggregazioni inizialmente sono simili a sabbiolina, ma possono ingrandirsi formando dei veri e propri sassolini, i quali possono attraversare l’apparato urinario ed indurre disturbi alla minzione o forti dolori.

Chi deve fare una pulizia ai reni?

La dovremmo fare TUTTI, perché il lavoro dei reni è notevole, e, per supportarli, è bene tenerli puliti.
Inoltre ci sono alcune situazioni in cui è maggiormente consigliato fare una pulizia ciclica:

• Se si beve poco
• Se il consumo di sale nella dieta è elevato
• Se si consumano frequentemente insaccati
• Se in famiglia ci sono stati casi di disturbi alle vie urinarie

Consigli per una corretta manutenzione dei reni

Correggere il proprio stile di vita

Per tenere puliti i propri reni può essere utile seguire questi semplici consigli:

1. Bere abbondanti quantità d’acqua, almeno 2 litri al giorno. Attenzione però anche alla scelta dell’acqua, è importante che sia povera di calcio e sodio.
2. Limitare fortemente l’utilizzo del sale e dei cibi che lo contengono, come formaggi e insaccati. Per insaporire gli alimenti, si può sostituire il sale con le spezie.
3. Utilizzare il limone come condimento: l’acido citrico aiuta a sciogliere gli aggregati di minerali.
4. È importante anche ridurre il consumo di carne.
5. Limitare caffè, thè e succhi.
6. Preferire cereali ricchi in fibre.

Sostanze naturali utili

In natura si possono trovare diverse sostanze che favoriscono la corretta funzionalità delle vie urinarie, come la Spaccapietra, pianta che deve tale nome alla sua capacità di disgregare le pietre su cui cresce, e la Gramigna. Entrambe favoriscono anche il drenaggio dei liquidi, inoltre, la Gramigna favorisce le funzioni depurative.
Decisamente utile anche il Fillanto, anch’esso noto come erba spaccapietra, per la sua capacità di favorire la funzionalità dell’apparato urinario.
Infine a queste sostanze naturali può essere utile associare i Citrati, sostanze famose nei laboratori perché complessano i minerali (come il Calcio).
Un’integrazione mirata, fatta nel giusto momento, contribuisce sicuramente al benessere nostro e dei nostri reni.

 

Queste informazioni hanno carattere puramente divulgativo e non sostituiscono in alcun modo il consiglio del medico. I curatori di queste informazioni non si assumono alcuna responsabilità per eventuali conseguenze derivanti da un uso diverso da quello puramente divulgativo.