Attualmente l’Aloe si può trovare dappertutto, perfino nei fazzoletti e nei materassi, e questo aspetto ha svalutato notevolmente l’importanza di un rimedio tanto prezioso.
Per non parlare dei molteplici succhi d’Aloe che si possono trovare sul mercato, come fare a scegliere il succo d’Aloe migliore?
In questo articolo cercheremo di capire come scegliere un succo di qualità e quando utilizzarlo, perché l’Aloe non è “la panacea per tutti i mali” ed è bene far chiarezza sui suoi utilizzi.

Non tutti i succhi sono uguali

Dalle foglie succulenti dell’Aloe si ricava un gel, il quale viene poi lavorato per produrre il succo. I processi produttivi possono influenzare notevolmente la qualità del succo che si ottiene.
Due sono gli aspetti da considerare per scegliere il succo d’Aloe migliore: la qualità e la garanzia di tale qualità.

1. La qualità del succo d’Aloe

Vediamo le caratteristiche più importanti, che rendono un succo di Aloe di qualità:

Il quantitativo di Aloe polisaccaridi
Il valore imprescindibile è il contenuto degli Aloe polisaccaridi, più è alta la concentrazione dei polisaccaridi più il succo è di qualità.

La specie utilizzata
Sono oltre 250 le varietà di Aloe, tuttavia la più studiata è sicuramente l’ALOE VERA, il cui nome botanico è Aloe Barbadensis Miller.

L’assenza di Aloina
La foglia dell’Aloe è costituita dalla buccia e dal gel interno. La buccia contiene dei componenti noti come derivati antrachinonici, come l’Aloina, i quali hanno azione lassativa. Se il succo viene prodotto utilizzato solo il gel interno allora non darà spiacevoli conseguenze, nel caso in cui invece viene utilizzata tutta la foglia (compresa la buccia) allora le può dare.

Come fare a capire se viene utilizzato solo il gel?
Se sulla confezione del succo è indicato come parte della pianta utilizzata “gel sine cute” e non sono indicate particolari avvertenze.

Spremitura della pianta fresca
Affinché siano preservate le sostanze nutritive è importante che le foglie vengano spremute immediatamente dopo il raccolto.

Lavorazione a freddo senza pastorizzazione
Il processo di pastorizzazione, poiché utilizza temperature alte, danneggia il contenuto di Aloe polisaccaridi. Non pastorizzare evita di sottoporre il succo a uno stress che potrebbe comprometterne l’efficacia.

Il tipo di flacone
L’Aloe vera, essendo fotosensibile è bene che venga protetta dalla luce, quindi un flacone non trasparente mantiene le sue proprietà benefiche.

2. La garanzia certificata

Non basta che il succo sia di qualità, questa deve essere anche CERTIFICATA

Certificazione IASC
La certificazione IASC assicura che vengano rispettate le norme igieniche e sanitarie in tutte le fasi della produzione del succo.

Quantitativo di polisaccaridi certificati
Essendo il contenuto di Aloe polisaccaridi un requisito fondamentale per un succo d’Aloe di qualità, è bene che sia indicato sulla confezione e che l’azienda che produce il succo verifichi l’esatto quantitativo per ogni produzione.

L’assenza di aloina
Anche quest’informazione è bene che sia indicata sulla confezione, per poter fare una scelta consapevole. Anche in questo caso l’azienda dovrebbe testare per ogni produzione l’assenza di Aloina.

→ Quando assumere un succo di Aloe di qualità?

Una volta identificato un succo di Aloe di elevata qualità bisogna poi utilizzarlo per le corrette funzioni:

  • È importantissimo per la sua azione emolliente e lenitiva sul sistema digerente, il quale è costituito da stomaco e intestino. È un ottimo alleato per lenire la maggior parte dei disturbi di questo sistema.
  • Ha un’azione depurativa per tutto l’organismo, utile da assumere in seguito a terapie farmacologiche, per chi vive in città con elevato inquinamento o per chi ha un’alimentazione squilibrata, che induce l’accumulo di tossine nell’organismo.
  • È ricco di nutrienti, tra cui vitamine, minerali, amminoacidi ed enzimi, e il suo utilizzo ne favorisce l’integrazione.

A cura della Dr.ssa Laura Rubini

Queste informazioni offerte dal sito internet Naturando hanno carattere puramente divulgativo e non sostituiscono in alcun modo il consiglio del medico. I curatori di queste informazioni non si assumono alcuna responsabilità per eventuali conseguenze derivanti da un uso diverso da quello puramente divulgativo. Leggere le avvertenze prima di assumere il prodotto.